Una ragnatela estesa su tutto il mondo

Www: la celeberrima sigla simbolo del mondo digitale. Suppongo (e spero) che tu, come tutti d’altronde, sappia cosa significhino quelle tre “w”, ma ho come il presentimento che in realtà tu ne ignori il significato o semplicemente, ed è lecito, non te ne può importare di meno: non ti cambia nulla scrivere “www”, “spf” oppure “isr”, basta che funzioni quando clicchi sul link! No?

Allora ti dirò un segreto, ma un segreto talmente segreto che non lo si può nemmeno definire “top secret” perché sarebbe troppo riduttivo. Al massimo mi posso accontentare di definirlo come “la crème de la crème del secret”. Così smettete di farmi storie sull’inclusività, è pure multietnico e siamo tutti contenti. Contento? Ebbene, il segreto è… beh… forse dovresti far fare più ginnastica al criceto che dimora pigramente nella tua testa perché vedo che la ruota ultimamente gira un po’ a rilento (Hah! Ma quanto sono simpatico).

Ogni cosa ha il suo perché, il suo percome ed il suo perquando e anche se all’inizio le cose possono sembrare stupide o del tutto fuori luogo, il 99,9% la maggior parte delle volte hanno effettivamente un senso ed un significato preciso. Non mi azzardo a puntare al 100% perché nonostante continuiamo ad ingegnarci nei modi più disparati e a scervellarci per raggiungere la perfezione, c’è sempre quello 0,1% di batteri che rimarrà per l’eternità, fino alla fine dei nostri giorni ed oltre. Non importa quanto sia potente il nuovo disinfettante o quanto sia efficace il nuovo detersivo, anche se la Terra fosse destinata ad esplodere, quello 0,1% ribelle ed indesiderato sarà lì, mortacci sua! Ma ora non è il momento di divagare: avremo tempo per parlare anche di questo se vorrai, ma più avanti.

Tornando a noi, vedrò di essere più chiaro facendoti qualche esempio pratico. Credo proprio che tu abbia pensato che le precedenti sigle “spf” e “isr” buttate in mezzo a questo testo non fossero altro che lettere puramente casuali, saltate fuori a furia di sbattere la testa sulla tastiera, ma è proprio qui che ti sbagli: hanno anche loro un significato. Devi sapere che sono estremamente modesto e abbiamo infatti la sigla “spf” ispirata a “Spiderfly“, mentre la sigla “isr” sta semplicemente per “inserire sigla randomica”. Visto? In fondo non erano lettere così prive di senso. È per questo che ci tengo a sottolineare cosa voglia dire “www”, perché non sono lettere casuali.

World wide web. Una ragnatela estesa a tutto il mondo. Una metafora carina, non trovi? Ma sai, non è solo carina: è proprio vera! In fondo al giorno d’oggi sono miliardi coloro che rimangono intrappolati nella rete, attirati dalle sue mille e più promesse e proposte, per poi rimanere bloccati in questo mondo digitale senza essere in grado di uscirne.

Detta così può sembrare una di quelle prediche che ti fa la mamma ogni tanto o i tuoi nonni quando ti vedono tutto ingobbito e chino su uno schermo luminoso con il naso a pochi centimetri di distanza dal tuo cellulare. Tanto fumo e niente arrosto, insomma. Parole lanciate al vento da generazioni preistoriche che nemmeno conoscono il significato di parole di uso quotidiano come “like”, “follower” o “hashtag”. Quante volte lo hai pensato? Sii onesto!

Ma se non fosse un matusa a parlarti del web? Se fosse qualcuno che invece ha vissuto sulla propria pelle tutto ciò e che quindi sappia il fatto suo? E chi meglio può parlarti di una ragnatela se non un ragno stesso? E ricordati che io non sono qui per annoiarti, anzi! Perciò non ti racconterò la solita pappardella in cui ti rimprovero per cose che magari non hai nemmeno fatto. Il nostro sarà più simile a un gioco, anzi, a un viaggio! Un viaggio alla scoperta di questa immensa ragnatela e dei suoi abitanti più stravaganti. Allora? Che ne dici? Sei pronto a conoscere il mio mondo e la mia storia?

Tieniti forte, perché si parte!

Con affetto e sarcasmo, Il Ragno del Web

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi